modalità telematica, 10 e 24 aprile 2021

file della locandina

Il Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” organizza la Scuola di Primavera, una iniziativa di formazione rivolta agli insegnanti delle scuole secondarie di primo grado sui temi della didattica laboratoriale per la matematica e le scienze.

L’iniziativa si svolge in continuità con le precedenti edizioni della Scuola di Autunno, ma in modalità telematica in ossequio alla normativa vigente.

La Scuola è articolata su due giorni:
– sabato 10 aprile, ore 9:30-12:30
– sabato 24 aprile, ore 9:30-13:00

Sono presentate due attivita’ didattiche, in forma di laboratorio, progettate e svolte da insegnanti.
Le attivita’ dei due laboratori sono svolte in parallelo, ripetendo la presentazione in entrambi gli incontri.
I corsisti sono suddivisi in due gruppi, in modo da partecipare ad un laboratorio in ogni giornata e all’altro nella giornata successiva. A loro volta, ogni attività di laboratorio prevede una ulteriore articolazione in sottogruppi, nelle fasi di lavoro.
Nella fase finale del secondo incontro, i corsisti sono coinvolti in una riflessione collettiva sulle attività svolte e su proposte per ulteriori iniziative.

L’attività di formazione (per complessive 10 ore) è registrata e documentata attraverso il portale S.O.F.I.A., identificata dal numero 56587. 

Dato il carattere laboratoriale delle attività, per permettere il lavoro di gruppo, l’iscrizione è limitata ai primi 80 prenotati. Le iscrizioni sono attualmente chiuse.

Chi è interessato a partecipare è invitato, entro il 7 aprile, a
– iscriversi mediante il portale S.O.F.I.A. [link], codice 56587, e
-compilare il modulo [file pdf o file word] e inviarlo a tovena@axp.mat.uniroma2.it , ftovena@gmail.com per ricevere il link per il collegamento e le relative istruzioni organizzative.

L’iscrizione è gratuita.

 

La Scuola è organizzata da Giulio Codogni, Benedetto Scoppola, Francesca Tovena.

Gli organizzatori e i relatori restano a disposizione degli insegnanti per commenti/suggerimenti/feedback sul lavoro svolto.


Locandina scarica il file pdf
Elenco complessivo dei partecipanti e articolazione in gruppi [file]
La scuola ha coinvolto 46 insegnanti.
Programma delle attività, con breve descrizione delle proposte di lavoro

– sabato 10 aprile, ore 9:30-12:30
ore 9:30 Saluti e introduzione ai lavori [link per riunione collettiva]
ore 9:40 Suddivisione in link separati per l’attivita’ di laboratorio

– sabato 24 aprile, ore 9:30-13:00
ore 9:30: Incontro nei link dedicati al laboratorio
ore 12:00: Incontro su link collettivo per la discussione e le conclusioni

PRESENTAZIONE DEI LABORATORI E MATERIALI:

  • Luca Dragone, Silvia Cerasaro, Marina Furlani, Antonella Palma, Agnese Pacifico: I Pirati di Bayes
    Descrizione: L’attività consiste in un gioco didattico originale che permette di introdurre in forma semplice e divertente alcuni concetti non banali di teoria della probabilità, come il paradosso di Monty Hall. Le regole sono elementari  e alla portata di ragazzi di 10 anni. Tuttavia, per sfruttare al meglio le potenzialità didattiche del gioco, si consiglia di proporre l’attività ad alunni del terzo anno della scuola secondaria di I grado, che abbiano già dimestichezza con il calcolo della probabilità semplice.
    Materiali
    Tabellone : file
    Carte del pirata (da ritagliare): file

  • Daniele Pasquazi, Laura Tomassi: Le basi del contare
    Descrizione: L’acquisizione di conoscenze sul sistema di numerazione decimale e sulla scrittura polinomiale di un numero sono tra i primi argomenti affrontati all’inizio della Scuola Secondaria Di Primo Grado. La conoscenza dei numeri è inoltre necessaria per comprendere le operazioni e le problematiche a queste relative. Nella presente proposta, stimolando il pensiero in modo produttivo, si vogliono far costruire capacità proto algebriche propedeutiche all’apprendimento dei sistemi di numerazione non necessariamente in base decimale. La metodologia è quella laboratoriale, sperimentata mediante lavoro a piccoli gruppi, che può essere adattata anche alla modalità a distanza, applicata alla risoluzione di problemi risalenti all’epoca medioevale, che coinvolgono problematiche storiche, culturali e commerciali.
    Materiali


edizioni degli anni precedenti [link]