A.S. 2015/2016

Laboratori di matematica

Il calcolo geometrico di aree ovvero la quadratura di una figura.

La   quadratura di una figura geometrica piana non è una “operazione” molto praticata nei nostri insegnamenti della matematica perché ha a che vedere con l'”arte del saper disegnare” e come è noto, il disegno tecnico, è argomento di interesse di un’altra disciplina. Per quadratura s’intende un procedimento per trasformare le figure di partenza, usando solo riga e compasso,   in un quadrato avente stessa area.   Prendendo spunto da Euclide che, nei suoi Elementi, già  nel  Libro I e nel Libro II,

100_5159
risolve il problema della quadratura   dei     poligoni,   dalla quadratura di un semplice triangolo si arriverà a quella di un poligono irregolare come il quadrilatero, il pentagono, l’esagono, per arrivare a quella delle superfici irregolari (qual è la superficie della Sicilia? e della Sardegna?). Si affronterà successivamente la quadratura di figure curvilinee prendendo spunto dai Ludi Geometrici di Leonardo da Vinci che forse non tutti sanno che si occupò anche di matematica e in particolar maniera di geometria. Come ultimo aspetto, sempre prendendo spunto da Leonardo, si affronterà l’affascinante problema della quadratura in moto, che permetterà sorprendentemente di quadrare figure irregolari mediante un movimento, traslazioni in generale, quadrature che sarebbero impensabili se si lasciassero le figure statiche, come solitamente si fa quando si risolve un problema.Ogni tema verrà presentato nelle linee generali sia pratiche che teoriche per dare modo a ciascun docente di realizzare secondo le proprie idee, competenze, creatività e possibilità, attività laboratoriali più adatte ai propri studenti.

Il laboratorio prevede 4 incontri in presenza, presso l’aula 2 dell’edificio PP2 (vedi piantina sulla sezione “In Evidenza” della Home page):

  1.  mercoledì 11 novembre 2015 ore 15 – 17
  2. mercoledì 18 novembre 2015 ore 15 – 17
  3. mercoledì 25 novembre 2015 ore 15 – 17
  4. mercoledì 2 dicembre 2015 ore 15 – 17.

I docenti sperimenteranno nelle proprie classi le attività progettate, durante l’anno scolastico. Entro la metà di maggio ci sarà la giornata finale, durante la quale verranno mostrati dai docenti (anche accompagnati dai propri studenti) una sintesi delle attività svolte.

Le iscrizioni dei docenti interessati all’iniziativa vanno inviate, compilando l’apposito modello allegato alla presente, per posta elettronica, al prof. Daniele Pasquazi (pasquazi@mat.uniroma2.it) entro e non oltre il 26 ottobre 2015.

 

Questo è l’elenco dei docenti che hanno seguito il corso e realizzato una presentazione delle attività svolte nelle loro classi nella giornata conclusiva del 23 maggio 2016.